Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

VALSESIA BASKET STOPPA LA CAPOLISTA UNIEURO FORLI' E CONQUISTA I PLAY-OFF!

Domenica 10 Aprile 2016 in Prima Squadra

CAMPIONATO SERIE B  GIRONE A             28^ GIORNATA

GESSI VALSESIA BASKET : 72

UNIEURO 2.015 FORLI’ :       67

Parziali: 12-15;  35-31;  61-53.

 

GESSI VALSESIA BASKET: Giacomelli, Quartuccio 3 ( 0/2 da due, 1/2  da tre),  Santarossa 9 ( 2/4 da due, 1/2  da tre, 2/2 liberi), Zucca ( 0/1 da due),  Paolin 10 ( 2/8 da due, 2/3 da tre),  Tomasini 21 ( 7/16 da due, 1/4 da tre, 4/5 liberi), Dotti, Giovara 12 ( 4/5 da due, 1/2 da tre, 1/1 liberi), Gatti 15 ( 1/2 da due, 4/10 da tre, 1/3 liberi), Giorgi 2 ( 1/5 da due).

Coach: Lorenzo Pansa               Ass.all.: Claudio Carofiglio – Francesco Gagliardini.

Prep.atl.: Luca Perona               Fisioterapista : Giuseppe Cerutti.

 

UNIEURO 2.015 FORLI’: Rotondo 11 ( 4/9 da due, 3/5 liberi), Ferri 17 ( 3/8 da due, 2/7 da tre, 5/6 liberi), Arrigoni 6 ( 1/3 da due, 1/2  da tre, 1/2  liberi), Pederzini 5 ( 2/8 da due, 1/2  liberi), Bonacini 2 ( 1/4 da due, 0/2 da tre), Marsili , Rombaldoni 5 ( 1/5 da due, 1/1 da tre), Vico 7 ( 2/5 da due, 1/4 da tre), Pignatti 12 ( 4/5 da due, 0/2 da tre, 4/4 liberi), Maggio 2 ( 1/2  da due).

Coach: Gigi Garelli    Ass. All.: Alberto Serra – Alessandro Tumidei.

Prep. Atl.: Roberto Gilli

Fisioterapista: Marco Zanzani – Elena Briganti

 

ARBITRI: Sigg. Giuseppe Balducci di Valvassone (Pn) e Massimiliano Spessot di Gradisca D’Isonzo (Go).

Che dire.. dopo certe vittorie così belle, così palpitanti, così avvincenti, occorrerebbe usare un mare di parole... Eh sì, perchè ieri sera, al Pala Loro Piana di Borgosesia,Valsesia Basket, con una straordinaria prestazione, ha battuto la capolista Unieuro 2.015 Forlì, scalzandola dal primo posto in classifica a favore della Bakery Piacenza, uscita vittoriosa dal campo di Oleggio, e ha staccato il biglietto di accesso ai play-off, blindandolo in cassaforte con doppia mandata! La squadra valsesiana, guidata con piglio sicuro da un grande allenatore qual'è Lorenzo Pansa coadiuvato da un competente staff tecnico, ha dimostrato per l'ennesima volta un grandissimo carattere e una rilevante maturità mentale: coach Pansa, alla vigilia di questo big match, aveva chiesto ai suoi giocatori una prestazione oltre i propri limiti, e gli Eagles l'hanno prontamente accontentato! I ragazzi valsesiani hanno giocato la "partita praticamente perfetta" e hanno regalato ai propri tifosi, che ancora una volta sono stati il prezioso e indispensabile "sesto uomo" in campo, una bellissima vittoria, conquistata con tenacia e con grande cuore, contro una squadra temibile e rispettabile,Unieuro Forlì,che in trasferta quest'anno non aveva mai perso.

In starting five per Valsesia Basket ci sono Giacomelli, Quartuccio, Santarossa, Zucca e Paolin, mentre per Unieuro scendono in campo Rotondo, Vico, Ferri, Pederzini e Pignatti. Partenza circospetta delle due formazioni che si studiano per circa due minuti; apre le danze Pederzini che, su fallo di Zucca, va in lunetta e fa 1/2; subito replica con decisione capitan Santarossa ( 2-1). I romagnoli attaccano con agonismo e piazzano un mini break di 8-0 (2-9) e al 4' coach Pansa chiede un minuto di sospensione. Al rientro dal time-out, l'esperto capitan Santarossa scaglia un dardo da tre, al quale rispondono con prontezza Ferri e Vico (5-13). Iniziano le rotazioni degli Eagles, in campo scendono Tomasini e Giovara e subito si sprigiona l'energia di Tomasini (7-13). Valsesia Basket difende con attenzione e attacca con vero spirito combattivo: il brillante Giovara ( ottima partita la sua, con 12 punti segnati, 13 rimbalzi, e 20 di valutazione), segna da sotto le plance, si guadagna il tiro aggiuntivo, va in lunetta e non fallisce (10-13). Ancora l'energico Tomasini accorcia il divario e ottiene il tiro aggiuntivo: 12-13. A 54 secondi dalla fine del tempino, coach Garelli chiama time-out, quando Tomasini deve ancora tirare dalla linea della carità. Al rientro in campo Tomasini non realizza il libero e Maggio, lanciato in attacco, segna: 12-15. Finisce così il primo quarto con gli ospiti avanti di tre lunghezze.

In apertura di secondo periodo è ancora Giovara ad accorciare da sotto le plance, mentre l'indomabile Tomasini mette la freccia e sorpassa (16-15). Ma in campo c'è anche bomber Gatti e...se c'è Gatti è da tre: dalle sue mani parte la prima magic bomb tutta dedicata ai tifosi, lo scatenato Giovara va ancora a segno (21-17). I romagnoli reagiscono con decisione con una bomba di Arrigoni e un canestro di Rotondo, riportandosi per un attimo in vantaggio, ma Tomasini, Gatti e l'incontenibile Paolin piazzano un mini break di 8-0: 29-22 al 17'. A questo punto, coach Garelli chiama time out per tentare di spezzare il ritmo incalzante degli Eagles. Al rientro in campo possesso palla nero-arancio, grande cavalcata di Tomasini che segna da sotto le plance, replica Pignatti, ma ancora Gatti scalda la retina avversaria con la seconda bomba che vale il vantaggio in doppia cifra ( 34-24). Per i romagnoli segnano Ferri e Rombaldoni, mentre Gatti si fa un giro in lunetta segnando 1/2. A una manciata di secondi dalla fine del periodo, time-out Gessi; al rientro in campo Santarossa commette fallo sistematico e, sulla rimessa di Forlì, la palla arriva tra le mani di Ferri che segna un' incredibile tripla sulla sirena. Tutti negli spogliatoi per l'intervallo, con i padroni di casa in vantaggio di quattro lunghezze: 35-31.

Al rientro dalla pausa lunga, apre le marcature Rotondo, ma Tomasini va a segno prima con un bel canestro e poi con una tripla (40-33). Pignatti e Rotondo si fanno un giro in lunetta e mettono al sicuro 4 punti, ma ancora Edo Giovara spara un dardo da tre e ruggisce, replica con un canestro Vico per i romagnoli, Gatti mette la terza bombazza, Rotondo in lunetta fa 1/2, ma alla festa delle triple partecipa anche il nostro amato play Quartuccio, che lascia partire un missile da tre (49-40). I romagnoli replicano con una tripla di Rombaldoni e un canestro di Pignatti,ma ancora Paolin e Gatti scaldano la retina avversaria con due bombe consecutive, che fanno balzare in piedi i tifosi nero-arancio. Al 28', time-out targato Forlì con Gessi ancora avanti +10 (55-45), ma al rientro sul parquet l'enfant terrible Paolin segna il canestro del massimo vantaggio( +12): 57-45. Con grande carattere Unieuro reagisce con Vico che va a segno con una tripla, ma Giovara si rifà sotto e segna (59-48). Pignatti, con piglio energico, tenta di bucare la difesa avversaria e viene fermato fallosamente : in lunetta fa 2/2 e Ferri segna una tripla (59-53), ma ancora Tomasini, lanciato in attacco, subisce fallo da Pignatti, va in lunetta ed è chirurgico: 2/2. Termina così il terzo periodo con Gessi ancora avanti di otto lunghezze: 61-53.

Inizia l'ultimo periodo e, inspiegabilmente, i ragazzi valsesiani sembrano smarrire la via della retina avversaria che pare stregata: per sette lunghissimi minuti il punteggio dei valsesiani rimane inchiodato a 61 punti, e l'inerzia della partita sembra passare dalla parte di Forlì. Infatti  ne approfittano con mestiere i romagnoli, che iniziano la rimonta con Arrigoni, Rombaldoni e Ferri e a 4' dalla fine del match, incredibilmente Ferri in lunetta opera il sorpasso (61-62), che Bonacini incrementa andando a segnare il canestro del 61-64. Al 37' coach Pansa chiama time-out, dà preziose indicazioni ai suoi giocatori e li sprona a non mollare e, al rientro in campo, sui volti dei valsesiani si scorge una luce nuova: il nostro gagliardo capitano parte all'assalto e viene fermato fallosamente da Pederzini ,va in lunetta e non sbaglia 2/2; in lunetta ci va ancora Ferri e fa 1/2 (63-65). Nella successiva transazione, Paolin segna una superba bomba, mette la freccia e saluta: 66-65! Vantaggio che Tomasini subito va a incrementare (68-65); a 1'e 25" dalla fine del match Unieuro chiama time-out per tentare di riorganizzarsi e contrastare la ritrovata freschezza fisica e mentale delle aquile valsesiane . Si torna sul parquet, i valsesiani con grande lucidità amministrano il vantaggio; segna però Pederzini, al quale si contrappone capitan Santarossa ( 70-67). A 20 secondi dalla fine del match, ultimo time-out per gli ospiti e al rientro in campo viene fischiato un tecnico ai romagnoli: in lunetta va Simone Tomasini ( mvp di Valsesia Basket con 21 punti e 4 assist) che, con freddezza, realizza i due liberi che valgono la vittoria degli Eagles sulla capolista per 72-67! Raccontare quello che succede dopo è quasi impossibile: delirio sugli spalti, delirio in campo! Una gioia immensa, come immensi sono gli abbracci scambiati, le pacche date, i cinque battuti, e anche, sì, qualche lacrimuccia di felicità versata!

Grazie ragazzi, ci avete regalato un' inenarrabile emozione, ma onore a una grande squadra, Unieuro Forlì,che si è battuta con intensità e coraggio fino alla fine. Ora godiamoci la vittoria e la conquista dei play-off, ma da martedì deve ritornare alta la concentrazione, in vista del terzo e ultimo derby piemontese con i cugini di Basket Club Trecate, in programma domenica 17 aprile 2016, al Pala Agil - Via Manzoni 29/31 Trecate (No). Sempre.....

#GOOOOEAGLESSS!!