Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

GLI EAGLES OSPITI DI GESSI, MAIN SPONSOR DI VALSESIA BASKET !

Giovedì 19 Ottobre 2017 in Prima Squadra

 Prima di tuffarsi anima e cuore nel derby di domenica prossima contro Oleggio, giocatori, staff tecnico e parte della dirigenza valsesiana si sono presi qualche ora di libertà dal parquet per fare visita allo stabilimento e showroom della Gessi,  azienda che da oltre due lustri è main sponsor della squadra valsesiana: un legame forte ed affettuoso, che ci si augura possa continuare anche nelle stagioni future. Il "Gessi Day” è stato organizzato ad inizio campionato proprio perché i giocatori, toccando con mano la realtà che sta dietro al nome che portano in giro per l’Italia stampato sulle loro divise, facessero il pieno di entusiasmo necessario per affrontare al meglio la stagione cestistica .

All’arrivo presso lo stabilimento di Serravalle Sesia, gli atleti, staff tecnico e dirigenti, sono stati accolti da Umberto Gessi, fondatore della ditta valsesiana, che con la sua innata cordialità e simpatia ha subito messo tutti a proprio agio. Il signor Umberto, particolarmente orgoglioso della “sua” ditta, racconta ai presenti: “ Nata come una piccola officina, la Gessi è diventata in tempi brevissimi una realtà industriale leader nel suo settore per dimensioni e capacità di innovazione. Il marchio Gessi è oggi conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per il design e la tecnologia dei suoi oltre 6.000 prodotti. Gli stabilimenti produttivi sono ubicati nel “Parco Gessi”, una struttura polifunzionale di forte segno architettonico che si sviluppa su 80 ettari dove occupa circa 430 dipendenti e esporta il 70% del fatturato. Il Gruppo comprende oltre alla grande realtà Valsesiana, aziende in Toscana, Lazio e filiali in tutto il mondo impiegando in tutto oltre 650 lavoratori:"

Il gruppo sportivo è stato poi guidato alla visita dello stabilimento dalla signora Annalisa Enrico (coordinatrice eventi Gessi) che, con competenza, professionalità e gentilezza, ha spiegato con dovizia di particolari tutte le fasi di lavorazione fino ad arrivare al prodotto finito. La visita finale all’avveniristico magazzino Gessi ha particolarmente colpito, interessato ed entusiasmato gli atleti, che si sono soffermati ad ammirare questo modello di avanzata tecnologia. Gli Eagles si sono poi spostati presso lo showroom Gessi, dove hanno potuto apprezzare l’accattivante e bellissima esposizione della pregiata rubinetteria e arredo bagno firmata Gessi; fantastica la reazione dei giganti neroarancio: occhi sgranati, colmi di sincera  ammirazione, entusiasmo e stupore!

 

In sala conferenze, ad attendere la squadra  per i saluti di rito, il cavalier Gianluca Gessi, presidente dell’omonimo gruppo ed Eusebio Gualino, amministratore delegato Gessi. Sullo  sfondo del mega schermo della sala conferenze troneggiavano, con un suggestivo colpo d’occhio, le gigantografie dei quindici atleti valsesiani in maglia ufficiale: fantastico e di grande impatto emotivo! Dopo la proiezione di un emozionante video, che mostrava alcune belle azioni dei ragazzi durante le prime partite di esordio campionato, è intervenuto il vice presidente degli Eagles Paolo Barberini: ” Volevo ringraziare l'azienda Gessi a nome di Valsesia Basket – esordisce il vice presidente valsesiano -  per questo invito: per noi è sempre un momento piacevole da condividere con i nostri ragazzi soprattutto con quelli nuovi, perché penso che sia meglio vedere da vicino la realtà Gessi e possa far capire ai ragazzi cosa vuol dire portare questo nome sulla maglia. Gessi rappresenta per noi, sportivamente, l’orgoglio di un territorio che è la Valsesia alla quale tutti noi siamo legati, sia noi dirigenti, sia loro dal punto di vista imprenditoriale. Portare questo nome, oltre a quello di Valsesia Basket, vuol dire anche avere una certa etica di lavoro, comportamentale e sportiva, insomma avere dei valori sui quali affidarsi e basarsi per crescere soprattutto come persone e se voi ragazzi crescerete come persone vi toglierete, ci toglieremo tutti insieme delle belle soddisfazioni sportive perché alla fine si va in campo per vincere. Non mi piace però pensare solo al risultato fine a se stesso, ma dobbiamo cercare di valutare un percorso: credo che questo percorso l’abbiamo già iniziato a metà agosto, lo state portando avanti con impegno, costanza e dedizione e questo è sicuramente una cosa ottima. Spero che oggi vi venga dato qualcosa in più per continuare a lavorare ancora meglio di quello che già state facendo per ottenere dei risultati ancora migliori;  il messaggio che deve passarvi oggi è l’orgoglio di portare questo nome in alto, perché credo sia giusto provare a darci l’obiettivo di stupire il nostro sponsor come loro riescono sempre a stupire noi! A inizio campionato siamo partiti bene: continuiamo a stupirli attraverso i risultati e con l’entusiasmo che creeremo in Valsesia per la pallacanestro! “.

Il presidente cav. Gianluca Gessi:” Benvenuti e grazie per essere venuti in visita nella nostra amata azienda. Gessi è un’azienda giovane ma per fortuna di grande successo. Abbiamo realizzato quelli che erano i nostri sogni perché anche noi abbiamo creato una squadra unita che ha saputo vincere molte sfide, non nazionali ma mondiali, in quanto siamo un brand conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Questo per noi è un grande onore e il fatto che portiate sulle maglie il nostro nome ci riempie di soddisfazione ma carica voi di responsabilità, non solo nella vittoria, perché questo è un gioco dove si vince e si perde e non sempre si può arrivare primi, ma si deve portare la maglia con il giusto valore, onorandola e comportandosi in modo etico e corretto e nel dare il massimo per  ottenere i massimi risultati, così come noi abbiamo fatto con la nostra azienda. Non bisogna arrendersi mai anche quando le cose si mettono male, ma combattere fino alla fine per cercare il miglior risultato. Il marchio che portate impresso sulla vostra maglia ci riempie di orgoglio ma non ci fa vendere più rubinetti, perché sono altri gli strumenti per ottenere risultati e per fatturare tutti i mesi; lo facciamo perchè siamo in un territorio e riteniamo che le aziende che operano su questo territorio abbiano la responsabilità di aiutare il territorio a crescere in un contesto sano e noi riteniamo che il basket sia uno sport che rappresenta benissimo i nostri principi e i nostri valori etici di correttezza e di responsabilità. A noi era piaciuto molto il progetto di sponsorizzare non solo la prima squadra ma anche tutte le squadre giovanili, dove i ragazzi hanno la possibilità di stare uniti praticando uno sport sano, al contrario di molti altri sport che apprezziamo meno. La Valsesia è un territorio a cui teniamo molto e ci teniamo che vinca la sfida di turismo, di notorietà e di farsi conoscere e voi, che girate l’Italia, portate avanti non solo la nostra bandiera Gessi ma anche quella della Valsesia con onore, avendoci regalato in passato grandi soddisfazioni. Ci auguriamo che cogliate ottimi risultati anche in futuro: sappiate che fate parte di una società bellissima, seria, fatta di persone che lavorano come volontari; non è il loro lavoro principale, ma lo svolgono con passione oltre ai loro impegni lavorativi, per cui apprezzate quello che loro fanno e seguite gli insegnamenti perché sono il vostro tutor, i vostri esempi da seguire e fate in modo di aiutarli a costruire quello che sarà il vostro percorso non solo sportivo ma soprattutto di vita. Valsesia Basket è una società sana e ben rappresentata, che è stata il lancio di tanti giovani a percorsi di successo, che auguriamo anche a tutti voi. Buona stagione e tanti auguri!” 

                       

Eusebio Gualino, amministratore delegato Gessi: ”Grazie per essere venuti oggi: a noi fa molto piacere quando venite a trovarci perché portate sulla maglia il nostro nome e non è una cosa di poco conto, è sicuramente un onore ma anche un onere dall’altra parte. Voi avete un compito estremamente importante, perché il nostro obiettivo non è sponsorizzare per fare business, ma dare una parte dell’utile al territorio e lo facciamo investendo sui giovani e voi siete molto importanti perché siete l’esempio per i giovani. Quando un giovane gioca a basket ha i suoi idoli e i suoi idoli sono la prima squadra; quindi il vostro comportamento è fondamentale perché è importantissimo vincere ma, ancora più importante, voi siete i formatori dei giovani del territorio che un domani saranno poi le persone che entreranno in azienda e diciamo una metafora: azienda = palestra è molto vicino. A noi piace lo sport perché è la cosa più immediata, ma l’azienda ha le stesse identiche dinamiche dello sport. Le persone che vincono nello sport e si creano una mentalità vincente è più facile per loro trasferirla poi nella vita quotidiana e nell’azienda. La vostra responsabilità è estremamente importante: voi siete una squadra nuova, ho potuto ammirarvi una sola volta e i primi dieci minuti del match sono stati veramente spettacolari, eclatanti  ed impressionanti per energia ed atletismo e vi devo fare i complimenti. Diciamo che non c è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione! La prima impressione è stata fantastica; siete una squadra nuova, l’allenatore è nuovo, tanti giocatori sono nuovi, la partenza è stata ottima però non bisognerà in futuro accampare scuse: squadra nuova, allenatore nuovo…adesso vediamo.... No, noi ci teniamo a dirvi quello che pensiamo perché è molto importante non mettere le scuse al primo posto, perché la cosa importante è ottenere risultati in maniera rapida. Ci sono due tipi di mentalità, parlo dell’azienda ma è la stessa cosa anche per la squadra: c’è la mentalità vincente e la mentalità perdente. Quella perdente è quella che trova sempre scuse e da lì partono i risultati negativi e poi c’è la mentalità vincente, che non va a vedere se uno si è infortunato o se ha l’influenza o ha avuto un problema, questi sono imprevisti ed è normale che succedano; è come si affrontano quegli imprevisti che determinano il risultato! Noi vorremmo che chi porta la maglia Gessi avesse innanzitutto una mentalità vincente: non ci sono scuse, quello che ci succede è la prova che ci mettono a disposizione per vedere se abbiamo la capacità di superare quel problema. Prendete questa esperienza che state vivendo in modo vincente e positivo e cercate di trasformarla come l’esperienza più bella della vostra vita. La società Valsesia Basket c’è,  è una società che ha dato tantissimi risultati in questi anni, l’allenatore è eccezionale, vi ho visti giocare i primi dieci minuti da NBA: l’importante è credere, perché sicuramente verranno delle situazioni negative, ve lo garantisco, e capire che si possano sempre fare dei risultati eccezionali, e ogni imprevisto, ogni problema che si presenterà occorrerà affrontarlo in modo positivo, perché è stato creato apposta per vedere se avete la capacità di superarlo, perché ogni problema è un’opportunità. Un’ultima cosa: non si vince con le statistiche e con i dati, si vince con la parte emotiva; la parte razionale è importantissima, ma l’equilibrio emotivo è fondamentale. Quindi sono sì importanti i dati, però non dimenticate mai che dovete trovare, e quello avviene soprattutto a livello di gruppo, la condizione migliore perché in un contesto positivo i risultati di tutti migliorano! E ricordate: la partita di basket non è finita finche’ non è finita! In bocca al lupo a tutti!”  

       

Domenico Bolignano – Capo allenatore Valsesia Basket: " Per me intanto è un onore far parte di questa società che ha dimostrato, in questi due mesi che sono qui, di essere una società che è attaccatissima al territorio, che dà un messaggio importante al territorio strutturando una squadra giovane. Mi viene in mente la società da cui provengo io ( Viola Reggio Calabria n.d.r.) che ha la stessa cultura: guardare, prima degli obiettivi sportivi, quelli che sono gli obiettivi anche da raggiungere umani, avere una squadra che comunque sia in grado di crescere nel tempo, di far crescere i ragazzi soprattutto come uomini e poi come gente di sport proiettata a quella che sarà la vita di domani, che potrà essere sicuramente una vita lavorativa spero per ognuno di loro. Oggi venire qui è stato importantissimo per vedere effettivamente come è nata quasi da zero un’azienda leader nel mondo e mi ha fatto venire in mente subito una similitudine con la nostra squadra. Abbiamo costruito una squadra abbastanza giovane perché vuole crescere nel tempo, migliorarsi sempre di più e, come avete detto benissimo voi, non essere mai appagati di quello che si fa, di avere voglia di andare sempre oltre e di spingersi sempre al limite. Tutto ciò è quello che sto cercando dall’inizio, insieme al mio staff, di trasferire a questi ragazzi che hanno questa voglia e la passione per questo sport e dare a loro un messaggio importantissimo: provare ad arrivare sempre al massimo del loro limite e delle loro possibilità per crescere; poi, un domani, ci sarà chi avrà la fortuna di  calcare forse parquet più importanti, magari non di pallacanestro ma sicuramente di vita. Oggi essere qui in fabbrica e vedere l’evolversi della storia di questa azienda della quale abbiamo l’onore di portare il nome sulle maglie, mi ha fatto ancora di più pensare a quanto siamo fortunati. Io sono contentissimo e sono fiero di indossare la maglia con il nome di Valsesia Basket  e della Gessi e la stessa cosa dovranno fare i miei ragazzi, che sicuramente daranno sempre il massimo con l’obiettivo di arrivare a fine campionato con il miglior risultato possibile sportivo e umano. Un domani dovranno essere fieri di aver fatto questa esperienza, che dovrà rimanere nei loro cuori e nelle loro menti a lungo. Grazie a tutti !” 

Il pomeriggio si è concluso con un invitante e graditissimo rinfresco offerto dallo sponsor, tra brindisi, saluti e strette di mano. Grazie di cuore all'azienda Gessi per l'affettuosa ed impeccabile (come sempre!) accoglienza , a Franco Gilardi ( responsabile Eventi Valsesia Basket) per aver organizzato con efficienza questo importante e stimolante incontro con il nostro main sponsor, ai ragazzi e allo staff tecnico per aver partecipato alla visita con particolare interesse e partecipazione e alla dirigenza per aver accompagnato staff e squadra. Sempre.......

 

 

# GOOOEAGLESS!!!! 

Letizia Bertini - Marco Pimazzoni

Ufficio Stampa Valsesia Basket