Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

LA GESSI ESCE AI QUARTI CON ONORE DALLA SUA PRIMA COPPA ITALIA!

Lunedì 10 Marzo 2014 in Prima Squadra

Final Eight DNC Rimini 07/08/09 marzo 2014 

 

GESSI VALSESIA BASKET: 71

CAMPLI BASKET : 77  

GESSI VALSESIA BASKET: TAFFETTANI 10, GALLINA ne, PICAZIO 29, BARBERO 5, SOMASCHINI, RADOVANOVIC 7, BERARDI ne, CASTAGNETTI 12, VERCELLINO 2, GIADINI 6   ALL. ALBERTO ZAMBELLI       ASS ALLENATORE:MICHELE BELLETTI

CAMPLI BASKET:  MONTUORI 17,PALANTRANI 3, FERRARI ne, GAETA 9, DICARLO, DIENER 18, ALLEVA ne, NEGRINI, PETRUCCI 28, SERAFINI 2.

ALL. RENATO CASTORINA   ASS ALLENATORE: ANDREA MANCINI, LUCA D'ANGELO 

ARBITRI: ALBERTO PEROCCO, FRANCESCO PRATICO', ENRICO ZEPPILLI.


 

Si respirava aria da primo giorno di scuola venerdì 7 marzo 2014! A seguito della squadra valsesiana, chi scrive ha vissuto vere e proprie emozioni indicibili ed indimenticabili! La concentrazione di questi meravigliosi atleti era alta ed assoluta; sul loro volto si scorgeva la determinazione di riuscire ad essere competitivi e il sogno di conquistare un risultato positivo in questa final eigth di Coppa Italia. E così, accompagnati dal proprio staff tecnico al completo, i ragazzi valsesiani sono arrivati pronti e concentrati alla partita d'esordio, presso il palazzetto Atene 2004, approntato per l'occasione all'interno di Rimini Fiera. Ad attenderli sul parquet gli avversari, Campli basket, squadra abruzzese blasonata, con alle spalle una storia cestistica importante. Coach Zambelli schiera il quintetto base: Taffettani, Picazio, Barbero, Radovanovic e Giadini. Replica Castorina con: Montuori, Palantrani, Gaeta, Diener e Petrucci.

Partono determinati gli abruzzesi con Palantrani che, a 40 secondi dall'inizio del match, scalda la mano e lascia partire una tripla; Gessi non si scompone, con il bravo e motivato Taffettani che replica sferrando una stilettata da 3 punti. Le squadre sono in fase di studio reciproco e giocano con scioltezza ed equiibrio. Al 7' assist di super-Picazio a Barbero, il capitano non ci pensa due volte e scaglia un dardo da 3 (9-7); replica Diener dopo neanche un minuto con un' altra tripla. Le compagini sembrano avere il freno a mano tirato, forse colpa dell'emozione di doversi sfidare per primi,e commettono anche qualche errore di troppo. Radovanovic, non al meglio per uno stiramento inguinale, si lascia sfuggire Diener e compie fallo: in lunetta l'abruzzese fa 1/2. Si gioca e Picazio fornisce un bell'assist al bravo Castagnetti che va a segno e sorpassa (15-13); subito replica Petrucci con una tripla ma " Taffe" risorpassa Campli con un bel canestro (17-16). Ancora il tempo di qualche fiammata abruzzese e si chiude il primo quarto con Campli avanti di una sola lunghezza (17-18).

Il secondo quarto si apre con il valzer delle triple per Campli: in 4 minuti va a segno due volte Montuori e una volta Gaeta. Zambelli si rifugia in time-out quando il tabellone luminoso segnala 23-29 per i teramani. Si torna sul parquet e Picazio inizia lo show-time: al 15' preciso in lunetta(2/2), al 17' assist al bravo Vercellino che non sbaglia, costringe gli abruzzesi a chiedere time-out sul punteggio di 30-31, e al 18' mette la freccia e sorpassa Campli con un bel canestro(32-31) La squadra abruzzese tenta di reagire ma le aquile nero-arancio controbattono e difendono con determinazione. A 1' e 17 dalla fine del secondo periodo, altro time-out targato Gessi sul punteggio fermo a 32-31. Si torna a giocare, Barbero commette fallo su Negrini che però dalla lunetta è impreciso (0/2). Altro fallo di Barbero, questa volta su Petrucci che dalla lunetta fa 2/2 e opera il sorpasso Campli(32-33). Subito in attaco "Pica" subisce fallo da Di Carlo, in lunetta 1/2, break ricucito e perfetta parità 33-33.

Dopo la pausa lunga e stemperata l'emozione iniziale, il terzo periodo comincia decisamente a favore dei teramani; altri tiri da tre ben riusciti: Gaeta in apertura e il solito Diener al 25' (38-41). Al 26' fallo di Montuori su Picazio che in lunetta non sbaglia(2/2). Gli abruzzesi vanno in attacco con Montuori che infila un canestro da 3; rimessa Gessi e il grande Giadini scappa a Di Carlo che è costretto a fermarlo fallosamente; in lunetta "Giado " è chirurgico (2/2). Si gioca con convinzione, Campli attacca ma Gessi para i colpi e rilancia con caparbietà. Si conclude anche il terzo periodo con Campli avanti +3 (44-47). In avvio dell'ultimo quarto la Gessi si riporta pericolosamnte a -1 (50-51) con due triple consecutive dello scatenato Picazio. Campli sente il fiato sul collo dell'avversario e chiama time-out a 7' dalla fine del match. Si torna sul parquet e questa volta è Petrucci a lasciare il segno;sguscia con facilità dalle marcature di Vercellino e Barbero, costringendoli a commettere fallo. In lunetta è preciso e,a 2' dalla fine, Gessi chiede time-out(50-55). Si torna in campo e si continua a combattere colpo su colpo; a 1' e 41 dal termine ancora time-out Campli (55-59). Si torna a giocare e le aquile di Zambelli iniziano a creare gioco, cercano soluzioni e lottano con tutte le proprie forze; si entra nell'ultimo minuto di gioco a -2 dai teramani con un canestro del concentrato Castagnetti, e a 30 secondi  dalla fine, il bravo "Taffe" recupera uno stupendo pallone e firma il 61 pari. Squadre dunque in perfetta parità, ma subito Montuori riporta i suoi in vantaggio. A 14 secondi dalla fine del match, time-out Gessi;si torna a giocare e a pochi secondi dalla sirena il grande "Giado " manda tutti all'over-time 63-63: SI PUO' FARE!!! 

In apertura dei 5 minuti supplementari, Picazio commette fallo su Serafini che va in lunetta e fa 2/2. Al 2' Giadini ferma (secondo il giudizio insindacabile dell'arbitro) fallosamente Diener lanciato in attacco: è il suo quinto fallo personale ed è costretto ad abbandonare il parquet. Da qui in poi Campli troverà la strada spianata; ne approfitta ed allunga prima con una bomba di Diener poi coi canestri di Petrucci e Gaeta.Si lotta, Picazio si trova  costretto, suo malgrado, a fermare fallosamente Petrucci, che dalla linea della carità fa 2/2. A 40 secondi dalla fine, Castorina chiama time-out sul punteggio 65-72. Si torna sul parquet e Taffe lascia partire una terrificante bomba che riaccende le speranze dei valsesiani(68-72) I teramani non ci stanno, sale in cattedra l'indiavolato Petrucci, che scappa più volte in attacco, costringendo le aquile a commettere falli e trova dalla lunetta i punti necessari che consentono alla squadra abruzzese di aggiudicarsi questo combattutissimo match. Il risultato finale è di 77-71. Il sogno dei ragazzi di Zambelli s'interrompe ai quarti della final eigth di Coppa Italia. Le aquile valsesiane, dopo questo brusco risveglio, escono a testa alta disputando un'ottima partita con finale al cardiopalma!

Le impressioni a caldo raccolte nel dopo partita, danno una visione super-positiva della squadra valsesiana. Il procuratore di Danilo Gallinari, Massimo Raseni, presente in tribuna ad assistere alla partita insieme al papà del campione NBA Vittorio Gallinari, dipinge la Gessi come "una squadra combattiva, con un forte agonismo e spirito vincente! Ciò che lo ha colpito maggiormente è stato lo spirito di squadra e le ottime prestazioni di Picazio e Giadini, grandi atleti ma soprattutto grandi uomini di sport.

Coach Zambelli analizza la situazione con un po' di rammarico per l'uscita di Giadini nel supplementare. "Se in attacco ha faticato ad emergere-dice il coach- in difesa è stato determinante, cambiando il ritmo e l'andamento della partita" "Sono soddisfatto-continua- per come abbiano tenuto testa agli avversari e per l'impatto e l'approccio alla partita non ho davvero niente da rimproverare ai ragazzi" 

Il presidente Carlo Minoli dichiara che la prestazione della propria squadra è stata più che positiva " Per chi come noi-afferma- si affacciava per la prima volta a questa manifestazione sportiva, è stata sicuramente un'ottima vetrina" . E' dispiaciuto per i suoi ragazzi,che giocando per primi, forse non hanno fatto in tempo a respirare ed assaporare il clima di questa riuscitissima kermesse. "E' stata un'esperienza fantastica-continua il presidente- e sarebbe bellissimo riprovarci magari già l'anno prossimo!"

GRAZIE RAGAZZI! GRAZIE PER LE EMOZIONI CHE AVETE SAPUTO TRASMETTERCI! A RIMINI VI ABBIAMO SEGUITO IN TANTI: CON VOI, PER VOI! ABBIAMO TRASCORSO INSIEME MOMENTI INDIMENTICABILI, DI AGGREGAZIONE, DI CONDIVISIONE, DI TENSIONE, DI AFFETTO. INSIEME ABBIAMO SOFFERTO, ABBIAMO GIOITO, PER UN ATTIMO CI ABBIAMO DAVVERO CREDUTO! MA QUESTA E' STATA LA PRIMA FINAL EIGTH DELLA STORIA DI VALSESIA BASKET E QUESTA FINALE CE L'AVETE REGALATA VOI; VOI, CHE AVETE CONQUISTATO TUTTO QUESTO CON IL CUORE,GRINTA E DETERMINAZIONE E, PER QUESTO, LA SOCIETA' ED I TIFOSI VALSESIANI HANNO UNA SOLA PAROLA DA DIRVI: GRAZIE E............GOOOOOOOOOOOEAGLES!!!!!!!!!!!!!!!!!!!