Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

UNDER 17 REGIONALE

Mercoledì 16 Aprile 2014

Gessi Valsesia - Ponderano A      67 - 49
(16-12; 36-20; 53-33)

Gessi Valsesia: Mazzola 4, Perucca 11, Vietti 16, Galli 3, Zanirato 1, Bordignon 7, Varola 13, Clerico, Zanolo, Bashtannyk M 8, Allegrini 4, Vercelli M. 
All: Gagliardini - Cerri

Ponderano: Orsetto 4, Bonollo 9, Linty 4, Milani 1, Peretti 2, Haddoumi 12, Meluzis 2, Bellini,  Alvisi 2, Gariazzo 6, Talamanca 7. 
All: Guarino

Vittoria tra le mura amiche del Pala Loro Piana per lUnder 17 Gessi Valsesia, che all'interno del "Gessi Day" vince contro Ponderano A l'11^ giornata di ritorno. Sin dal primo quarto la Gessi imprime il proprio ritmo su entrambe i lati di gioco; difende uomo contro uomo e allunga su tutto il campo la pressione dopo i tiri liberi segnati, recuperando ottimi palloni; in attacco non fatica a superare la pressione e i raddoppi avversari e riesce a circolare molto bene il pallone, trovando buone conclusioni da sotto con Bashtannyk e qualche conclusione da fuori di Galli e Varola. Il punteggio però rimane abbastanza in equilibrio: 16-12 il parziale. Anche il secondo periodo procede su questa falsa riga, ma, non appena Ponderano toglie dal campo il “lungo” Haddoumi, la Gessi piazza il break, con i canestri di Vietti e la "Tripla" di Allegrini che manda le squadre a riposo sul 36-20. Il terzo quarto vede la reazione ospite, ma la Gessi è sempre ordinata in attacco e attenta nella difesa individuale, Perucca gioca un quarto di alto livello, dando i giusti ritmi ai compagni e realizzando 8 punti tutti in questi dieci minuti, Ponderano ci prova ma non riesce proprio a rientrare e il periodo si chiude sul 53-33 per la Gessi. L'ultimo quarto non è sicuramente il migliore giocato per entrambe le squadre, ma i padroni di casa hanno il merito di rimanere concentrati fino al termine dell'incontro, infatti, anche se le percentuali in attacco sono state decisamente in calo, non hanno concesso a Ponderano di ridurre il gap finale.