Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

EAGLES SCONFITTI A MONSUMMANO: QUESTA VOLTA IL CUORE NON BASTA!

Martedì 10 Febbraio 2015 in Prima Squadra

CAMPIONATO SERIE B   GIRONE A    21^ GIORNATA

MERIDIEN MONSUMMANO  65 

GESSI VALSESIA BASKET  59

Parziali (18-7; 29-22; 47-42; 65-59)


 

 

MERIDIEN MONSUMMANO: Marco Zani 21 (5/6, 2/6), Valerio Circosta 5 (1/6, 1/5), Fabio Vannini 12 (6/9 da due), Damiano Verri 5 (2/5 da due), Remo Ambrosino, German Claudio Scarone 5 (0/4, 1/2), Matteo Botteghi 4 (2/2 da due), Andrea Tommei 13 (2/4, 2/8) N.E.: Tommaso Tempestini, Lorenzo Morini Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 32 (24+8), Fabio Vannini 11) – Assist: 13 (Valerio Circosta 5) – Cinque Falli: Damiano Verri Coach:Niccolai

GESSI VALSESIA BASKET: Renato Quartuccio 1 (0/2, 0/2), Shaquille Hidalgo 3 (1/3, 0/2), Pierpaolo Picazio 17 (6/9, 1/3), Stefano Laudoni 13 (6/11, 0/3), Francesco Paolin 9 (3/4, 0/2), Nicolo' Gatti 6 (1/2, 0/2), Michael Sacchettini 4 (1/2, 0/1), Leonardo Meacci, Walter Santarossa 6 (2/6, 0/3) N.E.: Andrea Chirio. Tiri Liberi: 16/26 – Rimbalzi: 30 (22+8, Nicolo' Gatti 6) – Assist: 10 (Pierpaolo Picazio, Walter Santarossa 3) Coach: Lorenzo Pansa

ARBITRI: Gonella di Genova e Capponi di La Spezia

 

Si sapeva che sarebbe stata una trasferta molto difficile quella a Monsummano Terme e così è stato: i toscani, spinti da una grande fame di punti per tirarsi fuori dalle sabbie mobili di fondo classifica, hanno messo in campo grande grinta e tenacia, innescando una battaglia che la Gessi ha saputo ben combattere sul piano dell’intensità, lasciando però sul campo troppi “ferri” e qualche regalino di troppo. Per Monsummano si presentano in campo Tommei, Circosta, Zani, Verri, Vannini, mentre nello starting five del Valsesia Basket viene confermato Paolin, assieme ai soliti Quartuccio, Laudoni, Gatti e Santarossa. Pronti, via e la squadra di coach Niccolai prova subito a far valere le sue caratteristiche principali: rimbalzi in attacco, situazioni sporche dentro l’area resa “aperta” dalla qualità degli esterni e grande intensità difensiva. Gli Eagles ribattono alla pari nei primi 4 minuti, ma poi hanno qualche inciampo offensivo, soprattutto con le basse percentuali al tiro da tre punti e concedono il primo break agli avversari (che si rivelerà fatale): dopo 8 minuti il tabellone dice 12 – 4 per Monsummano, con gli Eagles che faticano a trovare il canestro, anche per un metro arbitrale molto permissivo nell’area difensiva di Monsummano. Capitan Picazio si alza dalla panchina e prova a tenere a galla i suoi, mentre dall’altra parte Tommei segna sulla sirena il 18 – 7 casalingo.

Nel secondo quarto aumenta l’intensità difensiva anche dei valsesiani, ma purtroppo l’attacco riesce a produrre soltanto 7 punti nei primi 7 minuti, così il margine di Monsummano rimane integro, anzi si allunga sino al +13 (22-9 e 27-14). Le polveri bagnate dei tiratori valsesiani fanno la differenza, con Gatti, Santarossa, Laudoni, Picazio e Hidalgo che non riescono a bucare la retina dalla distanza. I canestri arrivano solo da dentro l’area con Picazio e Laudoni, o da tiro libero. Monsummano opera una buona rotazione dei suoi giocatori, sfruttando la comunque nutrita panchina e dimostrando che la fantomatica “mononucleosi di massa” annunciata in settimana non ha toccato nessuno dei suoi elementi. Prima Botteghi ha un ottimo impatto sul match (4 punti a fila per lui), poi Zani e Vannini riescono a scardinare il bunker alzato dalla Gessi: il finale di quarto riporta i valsesiani a -7, riaprendo il match in attesa del secondo tempo.

Al rientro dalla pausa lunga coach Pansa si affida ai suoi senior, anche in virtù del fatto che Paolin non è al meglio e Sacchettini, lui si, è fortemente debilitato da un attacco influenzale con febbre alta (ad onor di cronaca anche Walter Santarossa non si è allenato venerdì e sabato per il medesimo motivo). La compattezza della Gessi riporta il risultata sul 30 – 26 del 24esimo minuto, poi l’esperienza di Scarone e una bomba sulla (oltre in realtà) sirena dei 24 secondi di Zani riportano Monsummano avanti di 12 punti (45 – 33 al minuto 28). Hidalgo e Gatti suonano la carica, Picazio e Sacchettini rispondo presenti e la Gessi chiude il periodo sotto di solo 5 punti, sul 47 a 42.

Nell’ultimo periodo la Gessi prova a mettere in campo le energie residue, con anche Gatti a lamentare malessere per una forte nausea, lottando su ogni pallone con gli avversari, non sicuramente aiutata da un metro arbitrale che rimane illeggibile fino a fine partita, non permettendo di adeguarsi ed adattarsi ai ragazzi di coach Pansa. Paolin torna in campo e cerca, con la sua verve, di tenere agganciati i suoi compagni, ma Vannini nel pitturato e Tommei dalla distanza tengono avanti i toscani. A 7 minuti dalla fine la Gessi offre 4 buone difese consecutive, ma sulle prime tre l’attacco successivo non è poi efficace con Paolin, Laudoni e Santarossa, mentre nella quarta si porta a tirare Circosta da quasi 10 metri sulla sirena dei 24 secondi…ma fa canestro!!! Siamo a 5 minuti e mezzo dalla fine, sul 57 a 47, e la sensazione è che la partita si sia decisa qua, anche se coach Pansa prova a rimescolare i quintetti e le carte, andando a realizzare 12 punti in 5 minuti, ma con Monsummano che gestisce il vantaggio con qualità ed esperienza (Scarone non si sposta più dalla posizione di playmaker e le azioni toscane durano sempre almeno 20 secondi, togliendo tempo al tentativo di rimonta ospite). La Gessi risale fino al -6 ma non rischia mai di vincere la partita, Monsummano porta a casa 2 punti d’oro, che rendono giustizia alla classifica di una squadra che non merita di essere immischiata nella lotta per non retrocedere (dimostrazione è la differenza canestri positiva nonostante le sole 6 vittorie a fronte delle 12 sconfitte). Al PalaMeridien di Monsummano erano passate solo Oleggio, Siena e CusTorino, tutte con lo scarto di 1 solo punto, dimostrando la difficoltà della trasferta toscana per tutti. La Gessi si appresta ora ad affrontare la settimana pre-derby con Oleggio, con l’augurio di superare tutti i problemi di malattia dei ragazzi, visto che già dovrà invece molto probabilmente rinunciare a capitan Picazio, vittima di un infortunio al polpaccio negli ultimi secondi di gara.

L’appuntamento è fissato per domenica 15 Gennaio alle ore 18.00 al PalaLoroPiana: il derby con Oleggio è sempre una partita particolare, che ormai caratterizza le nostre stagioni da 4 anni a questa parte. Vi vogliamo tutti presenti, magari dopo aver visitato il centro di Borgosesia che sarà colorato dai fantastici carri di carnevale pronti a sfilare per l’ultima volta davanti agli occhi gioiosi di adulti e bambini. Gli Eagles vogliono subito tornare alla vittoria e gli stimoli sicuramente non mancheranno visto l’avversario.

GOOOEAGLESSSS!!!!