Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

VALSESIA BASKET FA IL COLPACCIO A CECINA !

Domenica 5 Aprile 2015 in Prima Squadra

CAMPIONATO SERIE B   GIRONE A   28^ GIORNATA

 

G.R.SERVICE CECINA :    74

G.S.VALSESIA BASKET:   80

(18-20, 24-17, 21-21, 11-22)

 


 

 

GR SERVICE CECINA: Fratto 6 (3/5, 0/1), Favilli, Sanna 20 (6/11, 1/4), Del Testa 5 (0/1, 1/4), Gambolati 9 (2/6, 0/4), Fantoni, Caroti 9 (0/4, 1/3), Bruni 4 (1/4, 0/2), Pagni 4 (2/3 da due), Rossato 17 (2/7, 3/3). Tiri Liberi: 24/31 – Rimbalzi: 34 22+12 (Sanna 11) – Assist: 7 (Gambolati, Bruni 2).

 

GESSI VALSESIA BASKET: Quartuccio 4 (0/1, 0/4), Chirio 2, Hidalgo 17 (4/8, 2/2), Picazio, Laudoni 3 (1/2 da due), Paolin 12 (2/7, 1/3), Gatti 17 (3/3, 3/6), Sacchettini 6 (3/7, 0/1), Santarossa 19 (4/5, 3/3), Meacci. Tiri Liberi: 19/31 – Rimbalzi: 28 23+5 (Quartuccio, Gatti, Santarossa 5) – Assist: 16 (Quartuccio 5)

ARBITRI: Sigg.Gian Luigi Giancecchi e Matteo Bergami

 

La Gessi Valsesia è scesa per l’ultima volta in Toscana (in Regular Season almeno) per affrontare la Gr Service Cecina, con la consapevolezza che la partita non avrebbe avuto troppo da dire in termini di classifica, sia per l’assalto al secondo posto (molto difficile superare Cecina, che vantava un +15 dell’andata, una partita in meno disputata e 2 punti di vantaggio in graduatoria), sia per difendere il terzo (visto che Livorno deve ancora andare a giocare a Siena, oltre all’insidiosa trasferta in contemporanea a Sangiorgio su Legnano, e sarebbe bastata una loro sconfitta per ottenere il terzo posto matematicamente). Ma lo staff e la squadra si sono preparati in maniera intensa, concentrata e precisa per tutta la settimana, perché la posta in palio era comunque molto importante dal punto di vista morale: Pansa ha chiesto ai suoi la massima concentrazione per provare a dimostrare (e dimostrarsi) di essere una squadra pronta ad affrontare l’avventura dei playoff, oltre che provare ad espugnare l’imbattuto palazzetto di Cecina e far vacillare alcune certezze, di quelli che potrebbero essere dei futuri avversari nella griglia playoff. Le formazioni sono quelle “tipo”, con Cecina che ha recuperato Gambolati da uno stop di un paio di settimane e Valsesia che ormai ha capitan Picazio a pieno servizio. Alla palla a due in campo si presentano Caroti, Del Testa, Sanna, Fratto, Gambolati per Cecina e Quartuccio, Paolin, Laudoni, Gatti, Santarossa per la Gessi. Si capisce fin da subito che la partita sarà vera ed intensa, visto che nessuno esita a “sbucciarsi le ginocchia” ed ogni palla è contesa come se fosse quella decisiva. Il Valsesia Basket inizia con coraggio ad andare a battagliare fino a sotto il canestro ospite, senza farsi condizionare dalla difesa aggressiva di Cecina (che all’andata aveva un po’ bloccato l’attacco valsesiano): Laudoni e Gatti si fanno spazio sotto le plance, per Cecina rispondono allo stesso modo Sanna e Fratto. Sale poi in cattedra Walter Santarossa, che infila uno dei suoi ormai usuali primi quarti spettacolari: due bombe, intervallate da un canestro in contropiede su palla rubata ed un viaggio in lunetta, che fanno allungare la Gessi fino al 12-17, con il solo Del Testa a segnare in maniera costruita per Cecina, che però si omaggia di alcuni piccoli regali offerti dai ragazzi di coach Pansa. Il finale di quarto vede rientrare i toscani fino al -2, frutto anche di un incredibile canestro sulla sirena di Pagni, che “mette le pezze” alla bomba di Shaquille Hidalgo di qualche secondo prima.

 

Il secondo periodo vede ampie rotazioni da entrambe le parti, in quanto Laudoni, Hidalgo e Santarossa, così come Fratto, Gambolati e Caroti, hanno problemi di falli e vogliono essere gestiti dai propri allenatori, che sono già consapevoli del fatto che sarà una lunga ed intensa partita, da giocare fino al 40esimo e magari anche oltre. Il Valsesia Basket parte bene, mantenendo il vantaggio per 6 minuti, grazie soprattutto ai canestri di Paolin e la sostanza di Sacchettini. Cecina risponde, mai perdendo la scia, con Rossato e Gambolati. La partita sale di tono anche sugli spalti, con uno sparuto manipolo di tifosi valsesiani che prova a farsi sentire per incitare la squadra, mentre il pubblico di casa incoraggia i suoi beniamini. Nel finale di quarto Nicolò Gatti si carica la squadra sulle spalle e riesce a controbattere (con 5 punti consecutivi) alle scorribande di Rossato e Sanna: la Gr Service mette la freccia e riesce ad andare all’intervallo sopra di 5 lunghezze (42-37).

 

Al rientro dalla pausa lunga si rivedono in campo i quintetti iniziali: Paolin inizia pimpante, Santarossa lo segue a ruota, chiudendo la sua prestazione perfetta “dalla lunga” con la sua terza bomba della serata (3 su 3 da tre per lui); Cecina sembra patire la compattezza valsesiana e si aggrappa con le unghie ai suoi punti di riferimento: Sanna continua la sua concretissima partita, Rossato infila due bombe che ossigenano la testa dei toscani. Laudoni deve abbandonare il campo quando commette il suo quarto fallo (11 minuti soltanto, e 3 punti, per il miglior realizzatore stagionale della Gessi), ma al suo posto entra un Hidalgo scatenato, che ribatte colpo su colpo a Cecina e porta la sua squadra a -2 sull’ultimo possesso del periodo. Un fischio abbastanza generoso, su un disperato tentativo da 3 punti di Caroti al limite della sirena di fine periodo, concede al giovane “enfant du pays” di rendere vano l’intero quarto di inseguimento della Gessi: fa 3 su 3 e sancisce l’invariato +5 dei suoi all’ultimo intervallo.

 

Pansa trasferisce ai suoi ragazzi consapevolezza del fatto che avrebbero meritato di più, ma che Cecina ha saputo limitare i danni con situazioni non costruite, oltre ad un pizzico di fortuna. Si rientra in campo ed il Valsesia Basket sembra subito aver ingranato la quinta: la palla circola fluida, costringendo i toscani a rincorrere sempre gli avversari; Quartuccio inizia a recuperare tutti i palloni sporchi ed i rimbalzi lunghi; Gatti sale in cattedra, nonostante i 27 minuti su 30 già sulle gambe. In 2 minuti la Gessi raggiunge gli avversari ed è pronta al sorpasso: prima Paolin e Quartuccio ci provano da tre, ma il ferro li castiga, poi è Gatti, proprio lui, a segnare la bomba del sorpasso, che scalfisce le certezze di Cecina e mette nervosismo tra le fila toscane, con Sanna che si fa fischiare un fallo tecnico. Hidalgo da tre punti, a coronamento dell’azione della partita, con tutti i ragazzi valsesiani coinvolti e disponibili all’extra pass, tiene sempre avanti il Valsesia Basket, poi Gatti mette la ciliegina sulla sua ottima prestazione: tripla in risposta alla tripla di Caroti, penetrazione da “canestro e fallo” lasciando sul posto Gambolati. Cecina vede gli spettri della prima sconfitta stagionale nel suo palazzetto (dove anche Siena aveva pagato dazio), cerca di affrettare gli attacchi, ma i rimbalzi sono tutti dei valsesiani: Santarossa, Hidalgo e Paolin non si fanno scappare nessun pallone e sono anche sufficientemente freddi dalla linea del tiro libero, la Gr Service alza bandiera bianca e rende onore alla prova maiuscola della Gessi, quando mancano 20 secondi alla fine. Il finale è 74 – 80 per i“Pansa Boys”.

 

Il Valsesia Basket abbatte dunque un altro record, espugnando il Palazzetto dello Sport di Cecina che era ad oggi l’unico ancora imbattuto di tutti i 4 gironi di Serie B (anche il PalaEstra di Siena era stato violato una volta in questa stagione, da Piombino). Si conferma al terzo posto matematicamente, con ancora una flebile speranza di raggiungere il secondo. Dimostra a se stessa, ed a tutti, che è pronta a giocare partite importanti ed intense come quelle degli ormai imminenti playoff. Nelle ultime 17 partite disputate, il saldo è di 13 vittorie e 4 sconfitte, affiancandosi alla sola Siena in questa particolare classifica “parziale” (a seguire Cecina a 11 vinte e 6 perse). L’entusiasmo è alto in campo, negli allenamenti settimanali e tra la cittadinanza borgosesiana: questi ragazzi, questo staff tecnico, la dirigenza, gli sponsor ed i sostenitori devono essere ringraziati ad uno ad uno, perché stanno compiendo un percorso eccezionale, meritato e sempre divertito e divertente, che rimarrà nella storia della nostra città per sempre.

Domenica prossima Valsesia Basket osserverà un turno di riposo e poi sara'in trasferta a Torino domenica 19 aprile 2015 alle ore 18:00 contro Cus Torino al PalaCus Via Modesto Panetti 30 Torino, per giocare l'ultima partita di Regular Season. Tifosi valsesiani, tutti a Torino a sostenere e a festeggiare i nostri immensi ragazzi!!!! Sempre.......

#GOOOOEAGLESSS!!!