Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

VALSESIA BASKET CHIUDE LA REGULAR SEASON CON UNO STOP AL PALABASLETTA CONTRO VIGEVANO E ORA SI PREPARA AI PLAY –OUT!

Martedì 23 Aprile 2019 in Prima Squadra

CAMPIONATO DI SERIE B GIRONE A     30^ GIORNATA  (15^ DI RITORNO)

NUOVA PALLACANESTRO VIGEVANO 1955: 64

VALSESIA BASKET: 42

Parziali: 22-5; 38-18; 56-27.

 

Valsesia Basket : Criconia 2, Cernivani ne, Brigato 8, Robino ne, Dessì 5, Gloria ne, Vercelli 2, Ambrosetti 8, Pisoni 2, Ouro Bagna 3, Quartuccio 6, Panzieri 6.

Coach: Domenico Bolignano            Ass. coach: Marco Cardano.

Elachem Vigevano : Verri 6, Ferri, Panzini 2, Minoli 5, Vecerina 25, Petrosino 10, De Gregori 1, Birindelli 4, Rossi 4,  Benzoni 7.

Coach : Paolo Piazza        Ass. coach: Cerri Andrea – Rossberger Alberto

Arbitri: Sigg. Secchieri Diego di Venezia e Pietrobon Marco di Roncade (Tv).

 

Nell’ultima giornata della stagione regolare del Campionato di serie B girone A, Valsesia Basket non riesce nell'impresa di espugnare il PalaBasletta di Vigevano e ora dovrà affrontare la compagine toscana di Paradù Tuscany Basket Cecina che, sconfitta da Montecatini, è accoppiata ai valsesiani nella sfida playout che inizierà con la prima gara domenica 28 aprile 2019, palla a due alle ore 18:00, al Pala “Loro Piana” di Borgosesia”. Un encomio speciale ai tanti tifosi giunti sabato sera a Vigevano dalla Valsesia che, insieme agli irriducibili Dunkers, hanno sostenuto  e incoraggiato per tutta la durata del match la propria squadra, ricevendo al termine l’omaggio dei supporters gialloblù: una bella lezione di tifo e di fair play, grazie a tutti!

Il commento post gara di coach Domenico Bolignano: ”Sapevamo di affrontare una squadra che aveva la necessità di finire il campionato riuscendo ad ottenere la migliore posizione. Una squadra che al suo interno aveva quattro giocatori che insieme hanno vinto sei/sette campionati di serie B e giocato in categorie più alte. Da parte nostra sapevamo di essere in una partita importante dove sapevamo anche che dovevamo avere delle responsabilità individuali maggiori proprio per l’assenza ancora di Cernivani e  l’assenza anche di Gloria, che sono due titolari di questa squadra. E’ ovvio che all’inizio abbiamo pagato il parziale iniziale, ma è pur vero che all’inizio quei 22 punti non sono stati contrastati non solo in alcuni frangenti da una difesa un po’ più arcigna soprattutto dentro il pitturato in alcune situazioni, ma il problema è che non abbiamo avuto capacità realizzative  e poi alla fine viene difficile andare dall’altro lato e non riuscire mai a trovare il canestro anche con tiri aperti. Abbiamo sicuramente abusato in alcuni momenti del tiro da tre punti anche con i lunghi e, visto che in questa partita Panzieri, che è il nostro quattro titolare giocava da cinque, abbiamo preso qualche tiro in più dall’arco, però è pur vero che tanti tiri li abbiamo presi abbastanza aperti  tirando con il 25% complessivo dal campo e non vinci da nessuna parte. Giocavamo con una squadra che è il quarto attacco del campionato, noi il penultimo, una squadra che, giusto per rimanere nelle statistiche, in casa realizza 79,6 punti a partita, in questa partita ne hanno realizzati 64, si saranno anche spenti presi anche dal vantaggio, ma credo che sia una squadra che non ha mai smesso di giocare non dando mai segnali di resa, anzi . Poi è ovvio che per demeriti nostri e per bravura dei nostri avversari con un Vecerina che faceva canestro ovunque si trovasse, la colpa sarà sicuramente anche della difesa. Possiamo dare di più e potevamo dare di più anche con Vigevano, ma è ovvio che paghi anche il fatto di non poter dare continuità a degli allenamenti 5 contro 5 durante la settimana per via degli infortuni e in questo momento la difficoltà nostra è anche questa. In questa partita, al netto delle nostre difficoltà, era palese la differenza di organico sul campo, la differenza delle due squadre e la differenza di classifica. Questa doveva essere una prova per cercare di prendere più fiducia per affrontare i play-out, perché sono un terno al lotto. Non puoi stabilire con chi e come giocare, una più facile, una più difficile, quando sei con l’acqua alla gola giocare una serie di queste non conta se la squadra avversaria è più o meno forte; conta solo ed esclusivamente essere determinati e sapere che hai delle partite dove non puoi sbagliare”.

Intervistato in sala stampa dopo il match anche il capitano di Valsesia Basket Renato Quartuccio, ecco il suo commento: ”Siamo nei play –out e sicuramente volevamo arrivarci in una condizione diversa giocando in modo diverso contro Vigevano deve avevamo ancora una chance per provare ad ottenere un piazzamento migliore , ma non perché Siena è meno brava di Cecina o perché a Siena è facile, ma per il semplice fatto che poi sarebbe stato per il 99% turno unico. Abbiamo buttato via anche quest’altra opportunità, gli scenari sono molto semplici : abbiamo ancora una chance per raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza che è quella di affrontare i play-out con Cecina in casa e poi, a meno di miracoli da parte di Siena se dovesse riuscire a buttare fuori Montecatini e se noi dovessimo battere Cecina, ci sarebbe poi questo gironcino da affrontare di quattro squadre dove lì dovremmo conquistare almeno una vittoria su due per cercare di raggiungere questa tanto agognata salvezza, che è diventata davvero una cosa che potevamo raggiungere prima, se avessimo avuto più cattiveria agonistica, più determinazione, più attributi, più voglia di vincere, più voglia di essere uomini, più voglia di avere grinta, più voglia di giocare un buon basket però ci è mancato tutto questo e dovremo recuperarlo assolutamente per i play-out perché Cecina verrà non con un  coltello tra i denti ma con sette di coltelli e quindi è bene prepararsi.”

Vigevano in campo con Verri, Panzini, Minoli, Petrosino e Benzoni, mentre coach Bolignano schiera in campo Brigato, Dessì, Ambrosetti, Quartuccio e Panzieri. Partono forte  i ducali con Benzoni e Petrosino, mentre gli Eagles rispondono con una bomba di Panzieri dall’arco. Scorrono due minuti tra palle perse, giri a vuoto e tiri sbagliati e coach Piazza ferma il match al 4’. Al rientro in campo Benzoni trova il tiro dalla lunga e questa volta è coach Bolignano a chiamare il minuto di sospensione al 5’ e a strigliare i suoi.  Al rientro Rossi segna da sotto, Panzieri risponde dal pitturato e questo sarà l’ultimo canestro dei valsesiani che, pressati dai gialloblù, tirano a percentuali molto basse, mentre Vigevano va a canestro con Vecerina da sotto, Birindelli, due triple di Vecerina e un bottino pieno dalla lunetta di Verri. Al primo riposo, i padroni di casa conducono 22-5.

Il secondo periodo lo apre il giovane Vercelli, risponde Vecerina,  Dessì in lunetta è preciso (2/2),Verri segna da sotto, l’immarcabile Vecerina trova un gioco da tre punti ( canestro+libero aggiuntivo), Benzoni in lunetta fa 2/2 e al 15’ massimo vantaggio dei gialloblù (+22). I valsesiani non ci stanno e lottano: Brigato spara due triple consecutive salutate dagli applausi dei tifosi valsesiani presenti sugli spalti, per Vigevano segna Petrosino da sotto, ma ancora una tripla, questa volta di Ourobagna, fa esultare i tifosi valsesiani (33-18). I ducali contrattaccano non lasciando respiro ai valsesiani e costruiscono un mini break di 5-0 grazie ai canestri di Minoli e Rossi e a Vecerina che fa a metà dalla lunetta. Si va a riposo con Vigevano in netto vantaggio 38-18. 

Al rientro dall’intervallo segna subito Dessì, Petrosino schiaccia a canestro, Minoli fa male dalla distanza, Dessì in lunetta fa a metà, va a segno Criconia, Panzini risponde e coach Bolignano chiama il minuto di sospensione al 26’ (45-23). Al rientro sul parquet segna Vecerina, Ambrosetti va con caparbietà al ferro ma in transizione lo fa anche Verri e una tripla di Birindelli segna il massimo vantaggio interno: 51-25 (+26). Valsesia Basket va a bersaglio con Pisoni, ma Vecerina costruisce un mini break di 5-0 ( canestro e tripla). Il terzo quarto vede la Elachem nettamente in vantaggio 56-27.

L’ultimo quarto lo apre capitan Quartuccio con una bomba dopo tre minuti di retine inviolate, Brigato in lunetta fa 2/2), Ambrosetti segna da sotto e ancora una bomba Quartuccio porta Valsesia Basket  a costruire un mini break di 10-0 e coach Piazza chiama time out al 35’ (56-37). Al rientro in campo Petrosino in lunetta fa 2/2, Ambrosetti va al ferro, lo imita Petrosino, Panzieri in lunetta segna a metà,  Vecerina fa male da tre, De Gregori fa 1/2 dalla lunetta ed infine Ambrosetti lancia una parabola in cielo e va a segno. Finisce 64-42.

E ora.. testa ai play-out:  dopo la pausa pasquale, già da oggi gli Eagles sono in palestra per preparare al meglio la prima sfida casalinga play-out contro Basket Cecina, in programma domenica 28 aprile, palla a due ore 18:00, al Pala Loro Piana di Borgosesia, dove i ragazzi di coach Domenico Bolignano avranno davvero bisogno del supporto e dell’affetto non solo dei Dunkers e dei propri tifosi ma di tutta la Valsesia! Forza ragazzi,       

Sempre…

#GOOOEAGLES

#ILVALSESIABASKETSONOIO

http://www.valsesiabasket.it/

Letizia Bertini - Marco Pimazzoni

Ufficio Stampa Valsesia Basket