Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

VALSESIA BASKET SFIORA L’IMPRESA CONTRO FIORENTINA!

Giovedì 2 Novembre 2017 in Prima Squadra

CAMPIONATO DI SERIE B GIRONE A          6^ GIORNATA

GESSI VALSESIA BASKET: 90

ALL FOOD FIORENTINA BASKET: 92

Parziali: 31-16; 55-45; 79-64.

 

Gessi Valsesia Basket: Catakovic 4, Robino ne, Farabegoli, Bertotti, Gloria 8, Gatti 16, Gobbato 11, Ouro Bagna ne, Sodero 11, Quartuccio 9, Martina 9, Magrini 22 .

Coach: Domenico Bolignano - Ass.coach: Marco Cardano.

Prep.fisico: Luca Perona – Fisioterapista: Giuseppe Cerutti.

Fiorentina: Basket: Ondo Mengue 6, Grande 16, Gelli ne, Mazzucchelli 14, Ermaa, Bargi ne, Genovese 19, Gennai ne, Berti 15, Banti 6, De Leone 4, Lucarelli 12.

Coach: Andrea Niccolai   Ass.coach: Fabio Farina

 

Arbitri: Sigg.Giusto Cristiano di Albignasego (Pd) e Semenzato Matteo di Mirano (Ve)

 

Una bella partita avvincente ed emozionante fino agli ultimi istanti, dove grinta e agonismo l’hanno fatta da padrone; per i ragazzi di coach Bolignano, 37 minuti di gara giocati sempre in largo vantaggio e che, in più occasioni, hanno cercato di dare lo strappo definitivo. Invece, il momento della svolta inaspettata, a due minuti dalla fine del match, la tripla della parità del toscano Mazzucchelli che “ taglia le gambe” agli Eagles, facendo tornare prepotentemente in gioco Fiorentina Basket. I padroni di casa si disuniscono, vanno in affanno fino a perdere la concentrazione. La Fiorentina ne approfitta e non fa sconti, punendo Valsesia Basket con il punteggio finale di 90-92 che certamente non rispecchia la partita giocata in campo. La squadra però c’è stata, eccome, e ieri sera ha dato spettacolo ed entusiasmato i propri tifosi accorsi numerosi al Pala Loro Piana che, insieme ai Dunkers, hanno sostenuto ed incitato i propri beniamini fino all’ultimo secondo; gli Eagles si sono confrontati con un’avversaria di tutto rispetto, Fiorentina Basket, squadra attrezzata e costruita per il salto di categoria, con nel roster giocatori di valore provenienti dal campionato di A2.

Coach Domenico Bolignano, nell’intervista post gara, analizza così la prestazione della propria squadra:”Abbiamo giocato una partita solida per più di tre quarti di gara, dove siamo riusciti a impiegare tutti e tutti hanno dato una mano. Avevamo preparato una partita con regole ben chiare ma purtroppo, negli ultimi tre minuti e mezzo, non siamo riusciti più, e non è un alibi ( vuoi per mancanza di rotazioni perché Gobbato e Catakovic sono rimasti seduti in panca per infortunio), a continuare a dare pressione offensiva ed essere più aggressivi sui loro tiratori. Infatti, abbiamo concesso dei tiri a Berti e non dovevamo altresì concedere le cinque bombe a Genovese che sapevamo essere, insieme a Grande, i due uomini chiave della partita. Abbiamo chiuso bene Grande e chiuso per gran parte della partita Genovese, purtroppo poi, vuoi forse perché siamo arrivati alla fine anche un po’ scarichi, vuoi perché non ci abbiamo messo la giusta attenzione, loro sono stati molto più esperti. Abbiamo subìto, sulle situazioni di pick & pop, un tiro di Genovese e l’efficacia della nostra marcatura non è stata adeguata: gli abbiamo concesso infatti  di fargli alzare la palla e tirare da tre punti e poi di prendersi un fallo per andare in lunetta sul 90 pari e poi andare a +2. L’ultima azione è stato un episodio: abbiamo provato ad attaccare, l’obiettivo era attaccare sul pick and roll e provare a chiudere con un tiro facile o provare uno scarico su un tiratore da tre punti per la vittoria. Purtroppo siamo arrivati sotto il tabellone e abbiamo sbagliato uno dei canestri più facili, ma ci sta, l’avevamo anche fatto un paio di volte nell’arco della gara. Dispiace, perché i ragazzi ci hanno provato, vorrà dire che ripartiremo da questi ultimi quattro minuti. Non è tanto importante la situazione offensiva e l’attacco e la difesa a zona, ma quanto con che mentalità e lucidità gli ultimi tre minuti abbiamo provato a trovare dei vantaggi: qualche tiro affrettato e non buoni tiri nelle situazioni. Ripartiamo da qui - conclude risoluto coach Bolignano - perché non mi va di buttare al vento il lavoro fatto per gran parte della partita. Sabato abbiamo una partita importante in trasferta a Varese e non abbiamo il tempo di star lì a pensare troppo, ma piuttosto dobbiamo essere in grado di individuare quali sono stati gli aspetti tecnici e tattici che non hanno funzionato contro Firenze, provare a lavorarci un po’ di più per mantenere più alta l’intensità in partita e sbagliare il meno possibile.”

LA CRONACA

In starting five per Valsesia Basket Catakovic, Gatti, Gobbato, Quartuccio e Magrini, mentre per Fiorentina Basket scendono in campo Grande, Genovese, Betti, Banti e Lucarelli.     

Nel primo quarto c’è subito una partenza sprint degli Eagles, che confezionano un mini parziale di 7-0 grazie  a un canestro di Gobbato, Catakovic (2/2 dalla lunetta) e la bomba di Quartuccio.  Per gli ospiti prova a rispondere Genovese, ma capitan Gatti conquista un gioco da tre punti (canestro +libero aggiuntivo) e la panchina toscana è costretta a chiedere time out al 2’. (10-3). Al rientro in campo, grande concentrazione ed intensità da parte dei 10 in campo, si lotta su ogni pallone, Banti segna quattro punti consecutivi (10-7)  ma Gobbato prima e Magrini poi lasciano partire due dardi da tre che annichiliscono i viola e fanno balzare in piedi tutti i tifosi presenti sugli spalti (16-7). In transizione, la spettacolare galoppata a buon fine di capitan Gatti che porta i nero arancio al vantaggio in doppia cifra (18-7). Per gli ospiti va a segno ancora Banti, gita in lunetta per Quartuccio che segna uno dei due liberi a disposizione, assist di Magrini per capitan Gatti che concretizza, Ondo Mengue risponde, ma poi è ancora Magrini che scaglia una sassata da tre punti, facendo volare gli Eagles a +13 (24-11). Mazzucchelli prova a rimediare con una tripla, risponde Gloria da sotto le plance, Berti va a segno, ma ancora Quartuccio sgancia la sua seconda bomba e Magrini incrementa dalla linea della carità (2/2). Il primo parziale termina a favore dei padroni di casa 31-16.  .

Nel secondo quarto gli Eagles continuano a martellare con il suo capitano che apre le marcature ed è preciso in lunetta (2/2) mentre Mazzucchelli, sempre dalla lunetta, ne segna 2/3 (35-18). La Fiorentina non molla e combatte, confezionando un mini break di 6-0 ad opera di Lucarelli e De Leone e Gessi chiama il time out al 13’(35-25). Al rientro, Sodero e il giovane Martina ( buona la sua  prova di ieri sera, bravo!) scagliano due bombe consecutive che fanno luccicare gli occhi ai tifosi sugli spalti (41-25).I toscani rispondono con Lucarelli dalla lunetta (2/2) e la bomba di Berti, ma Catakovic prima e Martina poi , sgomitano nel pitturato e vanno a colpo sicuro e successivamente è Sodero a compiere un preziosismo sotto il tabellone con uno spettacolare sottomano in rovesciata (47-30). Per i toscani va a segno De Leone ma, nell’azione seguente, Martina va sicuro in penetrazione e segna ( 49-32) e Fiorentina chiama il minuto di sospensione. Al rientro in campo Grande segna una tripla, Sodero in lunetta non sbaglia (2/2), i toscani confezionano un mini break di 6-0 che porta la firma di  Grande e Genovese, ma l’energico Gobbato subisce fallo e in lunetta è chirurgico (2/2), come lo sono successivamente Berti e Lucarelli e sul finale segna ancora Gobbato, riportando i suoi in vantaggio in doppia cifra e si va all’intervallo con gli  Eagles avanti di 10 lunghezze: 55-45.

 Al rientro dalla pausa lunga segna tre punti Lucarelli ( canestro + 1/2 ai liberi), capitan Gatti sgancia subito la sua rassicurante magic bomb( 58-48), ma Grande lotta e risponde con una tripla + libero aggiuntivo e ricuce (58-52); Gloria va a segno da sotto, Magrini combatte con sportellate nel pitturato e riesce a segnare per ben due volte (64-52). I viola reagiscono con Berti che segna una tripla e Sodero compie un’altra proficua gita in lunetta 2/2 e 66-55. Gli Eagles continuano a giocare con concentrazione, la difesa è attenta, il ritmo e l’intensità sono presenti proprio come coach Bolignano predica durante gli allenamenti, tutto sembra filare liscio. E poi  ci sono Quartuccio, che va in penetrazione e segna, Magrini, che sgancia un’altra stilettata da tre punti e capitan Gatti che in contropiede, grazie a un preciso assist di Sodero, buca la retina avversaria e regala ai suoi il massimo vantaggio del match 73-55 e la panchina viola chiama time out per spezzare il ritmo dei padroni di casa. Al rientro segna Genovese dall’arco dei 6.75, risponde Martina da sotto, vanno a canestro Mazzucchelli prima e Gloria poi, giri in lunetta per Grande e Gobbato ( per entrambi 2/2) e chiude Grande con un canestro.  Il terzo periodo termina con un vantaggio rassicurante per Valsesia Basket: 79-64.

Inizia l’ultimo periodo, Ondo Mengue e Mazzucchelli vanno a segno, risponde prontamente Magrini, ancora Ondo Mengue a canestro, Sodero fermato fallosamente, va in lunetta ed è ice man (2/2) e Magrini carica (85-70) . Ancora un minuto di sospensione chiesto dalla panchina toscana e in uscita dal time out i viola costruiscono un mini break di 7-0,  riducendo il gap ( 85-77): subito coach Bolignano chiama time-out e catechizza i suoi. Al rientro in campo Genovese segna da tre punti, Magrini risponde infilando la tripla del + 8 mentre mancano circa 3’50” dalla fine del match (88-80). Come, purtroppo o per fortuna, talvolta accade nello sport, chi sta dietro non ha niente da perdere e con la disperazione e la caparbietà spesso si possono compiere gesta inaspettate. Ed è proprio questo che accade negli ultimi minuti: agli Eagles non ne va più bene una, mentre per Fiorentina va a segno Berti, prima con una tripla e poi con 2/2 ai liberi e impatta con Mazzucchelli che segna la tripla della parità (88-88). Coach Bolignano le prova tutte, sembra tarantolato nell’impartire istruzioni e cercare di portare alla realtà i suoi ragazzi in shock agonistico, ma i risultati sono davvero impercettibili: Gloria perde palla e sbagliano Sodero, Gatti e Quartuccio, che però subito dopo si fa perdonare offrendo un assist a Gloria che, in schiacciata, riporta in vantaggio i suoi (90-88) quando manca circa 1’ e 30 dalla fine, ma Grande con decisione subito pareggia (90-90). Quando mancano una manciata di secondi dalla fine, Genovese subisce fallo, va in lunetta e infila i due liberi ( 90-92); ultimo possesso palla nero-arancio per pareggiare i conti, ma Magrini non riesce a concretizzare e gli Eagles sono costretti ad arrendersi definitivamente ai viola.  La partita termina 90-92 per gli ospiti, quello che è accaduto sa davvero dell’incredibile…. il brutto o il bello dello sport! Comunque tanti applausi da parte del generoso popolo neroarancio, che richiama i giocatori sotto la curva per gli abbracci e i cinque di rito. Ora non c’è il tempo di recriminare e tantomeno di rifiatare, perchè già da oggi gli Eagles torneranno in palestra per preparare il match di sabato sera: testa a Varese, dove i ragazzi di coach Bolignano incontreranno la compagine della Robur et Fides, desiderosa di riscatto dopo lo stop esterno contro la capolista Omegna. Forza ragazzi, alzate subito la testa e lavorate in palestra con concentrazione, intensità ed umiltà. Siamo con voi, sempre.........

# GOOOOEAGLESS!!

Letizia Bertini - Marco Pimazzoni

Ufficio Stampa Valsesia Basket